Introduzione del prof. Diego Lazzarich