Il 30 settembre abbiamo appreso che la targa posta nel Bosco di Capodimonte per ricordare le vittime delle foibe e gli esuli giuliano dalmati era stata imbrattata con una scritto inneggiante a Tito.

Il nostro comunicato stampa in seguito alla notizia:

“Manifestiamo tutto il nostro sdegno per il vile atto con il quale è stata imbrattata la targa che ricorda le vittime delle foibe e gli esuli di Fiume, Istria e Dalmazia. Il memoriale fu installato, in occasione del Giorno del ricordo 2016, dal Comune di Napoli e dall’ANVGD nel Bosco di Capodimonte. Lì, decine e decine di esuli trovarono accoglienza per anni dopo essere fuggiti dalle proprie case al termine del secondo dopoguerra, dando avvio a una nuova vita.Il fatto che sia stata imbrattata tale targa, con scritte inneggianti a Tito, è uno sfregio non solo alla dignità di chi fuggì dalla persecuzione del dittatore iugoslavo, ma anche alla memoria del processo di integrazione che Napoli ha sempre saputo offrire negli anni ai numerosi profughi (giuliano-dalmati o no) giunti in città.Informata sull’accaduto, l’amministrazione comunale ci ha comunicato di aver prontamente avviato le procedure per il ripristino del memoriale.Ci auguriamo che episodi analoghi non si ripetano più, ma riteniamo anche che per raggiungere tale obiettivo occorra l’impegno della società civile, di intellettuali, delle istituzioni culturali, dei partiti e delle istituzioni politiche tutte. Per questo, in vista delle imminenti elezioni al Comune di Napoli, cogliamo l’occasione per chiedere a ciascuno dei candidati sindaco di condannare l’accaduto e di impegnarsi, se eletto, a rafforzare il processo di istituzionalizzazione del Giorno del ricordo, testimoniando, con la propria presenza alle celebrazioni ufficiali, la vicinanza del Comune alle vittime, ai profughi e ai loro discendenti, così come si impegna a fare la Repubblica in tutte le sedi istituzionali. Tale augurio è frutto della convinzione che solo in questo modo sarà possibile superare gli estremismi che ancora oggi strumentalizzano le tragedie e le sofferenze di centinaia di migliaia di persone in fuga.”

Dopo la nostra denuncia al Comune di Napoli, la targa è stata prontamente ripulita. Il link rimanda alla notizia data dall’ANVGD.

Dal 23 al 26 settembre, sarò a Trieste ospite de “La Bancarella, Salone del libro dell’Adriatico orientale”.

Il 24 faremo un approfondimento sul Giorno del ricordo con: Andrea Ungari, Giuseppe Parlato, Gianni Oliva e Petra Di Laghi. 

Su Coordinamento Adriatico, n. 3, luglio-settembre 2021, una recensione di Petra Di Laghi al volume Translating Worlds. Migration, Memory, and Culture curato da Susannah Radstone e Rita Wilson, con un focus particolare sul mio capitolo “Foiba. Geneology of an Untranslable Word”.

Il 9 giugno 2021, la mia relazione “From Gratitude to the Social Contract Paradigm. Locke’s Critique of Filmer’s Patriarcha” per il convegno “The 2021 John Locke Conference” nel panel coordinato da Douglas Casson e con Marzia Marconi e Meghan Wood Robinson.

Conferenza “The Renaissance Society of America Virtual 2021” (The 67th Annual Meeting of the Renaissance Society of America (Virtual) (confex.com))

Panel: (Mis)Reading the Past: Medieval and Renaissance Political Terms and Their Modern Meaning

Panel Monitor: Sean David Erwin (Barry University)

Luisa Brotto (Institute of Philosophy and Sociology, Polish Academy of Sciences), “Frangenti fidem fides frangitur”: Bodin, Gentili, Bruno, and Civic Trust”

Natasha Piano (University of Chicago), “Guicciardini’s Dare: Uomini da bene, Uomini savi, and the Dialogo’s Re-Branding of Aristocratic Republicanism”

Andrea Polegato (California State University, Fresno), “Prudence and Virtue in Machiavelli’s Administrative Letters”

Diego Lazzarich (University of Campania “Vanvitelli”), “Bonds of Gratitude and Political Order”

Sul Fascicolo 1. aprile 2021 di Filosofia politica, la scheda di Giuseppe Perconte Licatese sul mio Gratitudine politica I: dall’età classica al Medioevo, Mimesis, Milano, 2019.

Clicca qui per leggere il PDF.

Politics. Rivista di Studi Politici lancia una call for papers per raccogliere articoli destinati alla sezione a tema aperto del numero 15 (1/2021). Le proposte dovranno avere un approccio metodologico coerente con gli studi storico-politologici.

È possibile sottoporre un articolo di max. 35.000 battute (esclusa bibliografia) al seguente indirizzo email: cfp@rivistapolitics.it

Calendario:

  • 23 marzo 2021: pubblicazione della call for papers;
  • 3 maggio: scadenza per l’invio degli articoli;
  • 10 maggio: accettazione degli articoli da parte del Comitato scientifico;
  • 20 giugno: invio degli esiti delle valutazioni dei revisori anonimi;
  • 28 giugno: restituzioni degli articoli dopo eventuali correzioni richieste;
  • 12 luglio 2021: pubblicazione.

La rivista utilizza come metodo di citazione The Chicago Manual of Style 16 (Author-date).

Tutti gli articoli saranno sottoposti a valutazione con il metodo del double-blind review.

Gli articoli dovranno essere scritti utilizzando il file-modello scaricabile dal seguente link: https://rivistapolitics.wordpress.com/about/info/

Lunedì 1 marzo 2021.

Comunicato Stampa del Comune di Napoli (clicca qui).

Il servizio televisivo del TGR Campania RAI per il Giorno del ricordo 2021 a Napoli (YouTube)

Il servizio video del Comune di Napoli per il Giorno del Ricordo (Repubblica Napoli)

La notizia del Giorno del Ricordo su Campanianotizie.com.

Il comunicato stampa del Giorno del Ricordo su Repubblica Napoli e Teleischia.

Massimo Gobessi mi intervista per il programma radiofonico Rai “Sconfinamenti”.

Mercoledì 10 febbraio 2021puntata dedicata al Giorno del Ricordo. Massimo Gobessi incontra il professor Diego Lazzarich (di origini fiumane) per ricordare il CRP nel Reale Bosco di Capodimonte; a seguire la presentazione del saggio di Roberto Riccò Quegli strani italiani del Villaggio San Marco di Fossoli.

Il programma del convegno del 18/12/2020 (pdf)