Archivi per la categoria: pubblicazioni

Se tre mandati vi sembran pochi

Una mia riflessione sul Governo Renzi apparsa oggi su Linkabile e OndaWebTv.

Su Link Trimestrale di cultura e formazione politica (Anno I, numero 4, pp. 13-4), l’intervista fatta da Beatrice Crisci intitolata “Riforma elettorale un primo passo per risanare la democrazia”.

Con il 1 dicembre 2013 è scaduto il termine per la presentazione degli abstract per partecipare al primo numero di Politics. Rivista di Studi Politici.
Così come previsto, entro il 15/12/2013 il comitato scientifico vaglierà e selezionerà le proposte giunte e comunicherà ai proponenti l’esito.

La critica al capitalismo di Ernesto Rossi

Su “Meridione. Nord e Sud del Mondo” (2-3/13) è stato pubblicato un mio articolo intitolato Per una critica del capitalismo. La via social-liberale di Ernesto Rossi.

ASCOLTA QUI la Recensione radiofonica del libro “Vuoti e scarti di democrazia”

Segnalo il link al file della trasmissione radiofonica “La dispensa dei beni comuni” (Radio Tirreno Centrale, 13/5/2013).

Dal minuto 13:30 del file audio (fino al minuto 27:30) è possibile ascoltare la recensione che Dario Caprio ha fatto al libro D. Lazzarich e A. Arienzo (a cura di), Vuoti e scarti di democrazia. Teorie e pratiche democratiche nell’epoca della mondializzazione, E.S.I., 2012.

Storicamente, con l’irruzione delle masse sulla scena politica, i partiti e i sindacati sono stati i principali soggetti politici in grado di incanalare/proporre le istanze politiche, con tutta la problematicità del ruolo di chi da un lato è il principale promotore di un contro-pubblico e dall’altro è parte integrante del sistema istituzionale – quindi con tutta e la difficoltà ad interpretare fino in fondo e in modo radicale un tale ruolo.
Negli anni recenti, invece, stiamo assistendo sempre più all’affermarsi di un processo inverso: i soggetti politici istituzionali sono sempre meno in grado di rappresentare le istanze che provengono dal basso e per contro grazie a Internet si moltiplicano i casi di organizzazione spontanea di soggetti attorno a un’idea, un’istanza o un contro-discorso. Grazie agli strumenti messi a disposizione dalla Rete è possibile tecnicamente e con risorse molto limitate fare un lavoro di organizzazione che fino a pochi anni fa era praticamente impossibile senza la capacità organizzativa (e finanziaria) di un soggetto politico istituzionale. La catena comunicativa di Internet consente uno scambio di informazioni del tutto indipendente dalla sfera pubblica dominante e ciò toglie inevitabilmente potere ai soggetti istituzionali solitamente deputati a questoruolo, oltre a svuotarne in parte il significato.

Leggi il seguito di questo post »

Al centro del progetto politico moderno c’è un cuore oscuro sintonizzato sull’articolazione di tre concetti chiave: guerra, paura e diritto.

Continua a leggere l’articolo pubblicato sulla Rivista Italiana di Conflittologia, n.18/2012 (da p. 45 del PDF)

Conflict and creation: the Futurism paradigm

Un mio articolo pubblicato sulla rivista online “Protocols. History & Theory”, n. 26, November 2012.